Il SAT: Punteggi grezzi, punteggi in scala e e percentile

Il SAT: Punteggi grezzi, punteggi in scala e e percentile

Circa tre settimane dopo l’aver sostenuto il test, gli studenti ricevono un resoconto con le informazioni relative ai propri punteggi (ogni sezione è ordinata su una scala che va da 200 a 800.

Due sotto punteggi sono relativi alla sezione Scrittura (saggio e domande a scelta multipla)).

Il report contiene il percentile (la percentuale di candidati che ha ottenuto un punteggio più basso rispetto al proprio), il punteggio grezzo (il numero di punti guadagnati grazie alle risposte corrette) ed il numero di punti persi a causa delle risposte sbagliate (che, in base al tipo di test, oscilla da sotto 50 a sotto 60).

Il percentile corrispondente al punteggio in scala e varia da test a test – nel 2003, ad esempio, il punteggio in scala 800 di entrambe le sezioni del SAT Test di Ragionamento corrispose al 99.9 percentile mentre il punteggio in scala 800 del SAT Test di Fisica corrispose al 94 percentile.

Le differenze di media dei punteggi del percentile dipendono sia dal contenuto dell’esame che dalle capacità degli studenti che scelgono di sostenere questo tipo di test.

Il vecchio SAT (versione precedente il 1995) aveva un effetto soffitto molto alto.

Negli anni in cui è stato utilizzato, solo sette, su milioni di candidati, hanno superato i 1580 punti (un punteggio di 1580 equivale al 99.9995 percentile). 

I Test su Materie Specifiche richiedono uno studio approfondito e solo coloro che sanno di poter superare questo tipo di test vi si cimentano, ecco perché si crea un punteggio a distribuzione asimmetrica.     

 

 

 

 

 

 

© I predittori della performance accademica  – Laura Foschi