Il disagio nelle relazioni lavorative: Obiettivi della ricerca

Il disagio nelle relazioni lavorative: Obiettivi della ricerca 

Gli aspetti presentati fino a questo momento servono per tracciare in breve il percorso di questo elaborato; partendo dal concetto di mobbing per come oggi è inteso, viene osservata una realtà ben più complessa, quella del disagio vissuto all’interno delle relazioni lavorative.

Assumendo il punto di vista del lavoratore vessato, si toccano con mano le sue emozioni e le ripercussioni fisiche e psicosociali che lo costringono talvolta a gesti estremi come il dover dare “forzatamente” le dimissioni.  

Nei capitoli a seguire si fa riferimento al lavoratore, ma il protagonista di questa indagine vuole essere la persona, vera vittima dei fenomeni prevaricatori, poiché chi subisce non è solo l’oppresso, bensì, come sottolineato più avanti, anche la famiglia e gli amici, e in generale ne risente tutta la sua sfera sociale. 

L’indagine tiene in considerazione l’attuale contesto italiano, prendendo in esame l’espressione del disagio lavorativo nelle aziende di questo Paese; in particolare, l’analisi è stata condotta sul territorio della provincia di Venezia.

Di fondamentale importanza per questo studio è la collaborazione nata frala il Dip. FISPPA dell’Università degli Studi di Padova e lo sportello antimobbing dell’associazione sindacale CGIL di Venezia Mestre, il cui responsabile è il dott. De Felice, psicologo che da diversi anni ha deciso di mettere a disposizione le proprie conoscenze e il proprio sapere al servizio delle persone con gravi problemi sul luogo di lavoro.

Tramite questa relazione è stato possibile venire a contatto con persone come Rossana, le quali si sono rivolte allo sportello antimobbing con l’intento di trovare aiuto da parte di professionisti che si prendono cura quotidianamente di persone vessate sul posto di lavoro.

La collaborazione fra l’Università degli Studi di Padova e lo sportello antimobbing della CGIL di Venezia Mestre, ha coadiuvato la realizzazione dell’indagine, che mostra la realtà lavorativa di uno spaccato italiano come quello della provincia di Venezia, tentando di fornire a coloro che si interessano di disagio lavorativo, ma ancor prima di persone lavoratrici, un valido documento che possa aiutare a conoscere approfonditamente il fenomeno.

L’elaborato ha il fine ultimo d’essere uno strumento utile per la persona che sente di giocare un ruolo cruciale nelle relazioni lavorative disagiate che comportano situazioni gravose, che questa sia vessato o vessatore.  

 

"Il lavoro che (non) fa per te". Il disagio nelle relazioni lavorative: un’indagine psicosociale sul territorio di Venezia –  © Maurizio Casanova