Corso di Laurea in Psicologia di Parma: Gli strumenti

Corso di Laurea in Psicologia di Parma: Gli strumenti

Il test di ammissione usato per la prova d’ingresso dell’anno accademico 2001/2002 è stato creato ad hoc da una commissione interna, in collaborazione con il corso di studi in Psicologia di Bologna. I test selettivi utilizzati negli anni a seguire, sono stati commissionati ed appositamente predisposti dalle Organizzazioni Speciali di Firenze. Erano composti da 80 item a scelta multipla (quattro alternative di risposta) relativi alle aree: Cultura Generale Storico-Filosofica (ad es.: “PACS è l’acronimo di…”, “Quale dei seguenti filosofi non appartiene alla corrente razionalista…”); Lingua Inglese (ad es.: “You are…taller than I expected”); Lingua Italiana (ad es.: “Qual’è il complemento di specificazione nella frase: gli orecchini d’oro sul tavolo sono di mia madre?”); Logico-Matematica (ad es.: “Qual’è la differenza tra i due risultati: 832-416 e 832:2?” e completamento di matrici); Scienze Naturali (ad es.: “Che cos’è un nucleotide?”); Comprensione del Brano (ad es.: “Per quanto si pu  desumere dal brano, il palissandro è…”), aggiunta a partire dall’a.a. 2004/2005.

Il numero di item afferenti a ciascuna area è variato negli anni:

 

  • Per l’a.a. 2003/2004: 15 item di Cultura Generale, 15 di Lingua Inglese, 20 di Lingua Italiana, 25 relativi all’area Logico Matematica e 5 per le Scienze Naturali; 

 

  • Per gli anni 2004/2005 e 2005/2006: 15 item di Cultura Generale, 15 di Lingua Inglese, 20 di Lingua Italiana, 10 di Comprensione del Brano, 15 relativi all’area Logico Matematica e 5 per le Scienze Naturali. Venivano assegnati: + 1 punto per la risposta corretta, -0,25 punti per la risposta errata e 0 punti per la risposta omessa, tranne che per la prova di Comprensione del Brano dell’a.a. 2002/2003 in cui venivano assegnati 2 punti alla risposta corretta, -0,50 alla risposta errata e 0 punti per la risposta omessa.

     

     

     

     

     

     

     

    © I predittori della performance accademica  – Laura Foschi