Pubblicati da Andrea Castello

Cos’è il Personal Branding

Cos’è il Personal Branding Se prendiamo la definizione di Wikipedia: “L’espressione personal branding (mutuata dalla lingua inglese) indica la capacità di promuovere se stessi, al fine di essere gradito o comunque appetibile nei confronti di una comunità di consociati, con modalità simili a quanto avviene in campo economico, con i prodotti commerciali.  A differenza di […]

clima organizzativo introduzione

Clima Organizzativo: Introduzione La sfera relazionale ricopre un ruolo di fondamentale importanza per l’equilibrio di qualunque rapporto interpersonale. Ciò vale anche all’interno delle organizzazioni lavorative, tra le risorse umane, cioè il personale che presta la propria attività lavorativa col proprio capitale umano in cambio di una retribuzione economica. Il clima organizzativo rappresenta lo stato di salute […]

Management del benessere organizzativo

Management del benessere organizzativo: ciò che può fare la differenza Il benessere psicologico è un costrutto multidimensionale in cui si integrano l’aspetto fisico e l’aspetto mentale, in relazione a ciò che avviene nell’ambiente circostante; in ambito lavorativo, parlando di management del benessere organizzativo si intende il benessere come sinonimo della piena espressione del potenziale di ciascun individuo […]

Il personal Branding Introduzione

Il personal Branding: Introduzione La comunicazione interpersonale e virtuale attraverso i social network oggi, gioca un ruolo fondamentale per il proprio successo personale e professionale. Viviamo in un’epoca in cui siamo in continua comunicazione con gli altri e le relazioni sono diventate sempre più delle connessioni online. La diffusione del web e dei social media […]

La negoziazione nelle situazioni di crisi Conclusioni

La negoziazione nelle situazioni di crisi: Conclusioni Per quanto riguarda la negoziazione, il sistema di polizia italiano rimane ancora un passo indietro, sia in termini di applicazione sia, soprattutto, di formazione. Nel nostro Paese sono stati istituiti Corpi specializzati che vedono al proprio interno figure professionali esperte nella negoziazione, ad esempio tale ruolo è presente […]

Formazione professionale e forze di polizia

Formazione professionale e forze di polizia. Negli Stati Uniti ogni dipartimento di polizia è autonomo nella gestione della formazione dei propri membri, anche se si può individuare una linea guida comune. La formazione iniziale del negoziatore prevede un corso di 40 ore di base. Naturalmente, per praticare le tecniche serve un tempo maggiore, ma, generalmente, […]

La Triade negoziale Il negoziato

La Triade negoziale: Il negoziato.   In una situazione di crisi, in senso lato, la questione fondamentale è capire se esista uno spazio di contrattazione (negoziato). La soluzione tattica equivale ad un fallimento negoziale. Al contrario il successo negoziale è raggiunto con la stabilizzazione dell’incidente attraverso “contenimento verbale” (ovvero tenere il soggetto occupato tramite scambi […]

Triade negoziale il Negoziatore

Triade negoziale: il Negoziatore Il negoziatore è uno specialista che è stato specificatamente preparato nel campo della negoziazione. Il negoziatore deve sempre essere una persona diversa da quella che ha il potere di decidere, perché questo permette un raggio d’azione più ampio; così chi negozia non può essere obbligato a decidere su una richiesta formulata […]

Triade negoziale ostaggio e vittima

Triade Negoziale: Ostaggio/Vittima. La vittimologia, cioè la disciplina che si interessa del rapporto criminale-ostaggio/vittima, pone l’attenzione sulle modalità con cui si determina la situazione vittimizzante e propone alcune tipologie di vittime. Le due grandi classificazioni sono tra vittime fungibili, che non hanno alcuna relazione con il reo, e vittime infungibili, che hanno un ruolo nella […]

Triade negoziale il Sequestratore

Triade negoziale: il Sequestratore Per comprendere un incidente con presa di ostaggi, un inizio logico è domandarsi quali tipologie di persone compiano tali azioni. Molti autori hanno stilato numerose classificazioni, concentrandosi prevalentemente sulle motivazioni del sequestratore. Una classificazione fra le più interessanti è quella di Call (1996) che propone sei categorie generali: 1) emotivamente disturbati […]